Home » Commercio estero » Documenti e certificazioni per l'estero » Servizio Stampa in Azienda

Servizio Stampa in Azienda

La Stampa in azienda consente alle imprese di stampare presso i propri uffici i certificati di origine, i visti su fattura e le attestazioni per l’estero, che sono rilasciati in formato totalmente elettronico, con scelta tra le seguenti opzioni:

  • stampa su carta standard (cosiddetto "foglio bianco")
  • stampa su formulario ufficiale.

Per ottenere l’abilitazione alla stampa in azienda, l'impresa presenta alla Camera di Commercio una dichiarazione sostitutiva di atto notorio per confermare la sussistenza delle seguenti condizioni essenziali:

  1. assenza di violazioni gravi o ripetute della normativa doganale e fiscale, compresa l'assenza di condanne per reati gravi in relazione all'attività economica del richiedente; così come previsto dall’art. 39 (a) del Regolamento (UE) n° 952/2013;
  2. assenza di domande di autorizzazione rifiutate o sospese e di revoca di autorizzazioni esistenti per AEO e/o Esportatore Autorizzato, a causa di violazioni delle norme doganali negli ultimi tre anni.

Contestualmente l’impresa richiedente dichiara di impegnarsi al rispetto delle disposizioni normative e regolamentari nazionali e dell’Unione europea, cui il rilascio dei certificati di origine è vincolato.

Come aderire al servizioInviare all'indirizzo PEC cciaa@pec.comolecco.camcom.it il modulo di adesione, debitamente compilato e sottoscritto digitalmente dal legale rappresentante, specificando nell’oggetto della PEC : “STAMPA IN AZIENDA per Ufficio camerale di … (precisare l’ufficio territoriale di riferimento col quale saranno svolte le attività: scelta tra Como, Lecco, Cantù) e attendere la conferma dell'accettazione da parte della Camera di Commercio, con conseguente abilitazione al servizio.

Stampa in azienda del certificato di origine su carta standard (foglio bianco)Questa modalità si avvale di strumenti di controllo già attivati (BDN e codici di sicurezza) e dell’introduzione del numero di serie unico nazionale (riportato in alto a destra) che consente la tracciabilità univoca dei certificati emessi, in alternativa al numero seriale presente sui formulari ufficiali.

La stampa effettuata su foglio bianco è assolutamente comparabile con quella effettuata su modulistica tradizionale (stessi colori e layout), fatte salve le caratteristiche intrinseche di quest’ultima (filigrana e numerazione prestampata).

Come predisporre la richiesta e stampare il certificato su foglio biancoCreare la richiesta telematica del Certificato di Origine tramite la piattaforma Cert'O.
Al momento dell'invio della pratica scegliere il supporto di stampa (alla voce "Scelta Supporto Certificato") selezionando "foglio bianco". 

Al termine dell'istruttoria camerale chiusa con esito positivo l’impresa riceve al proprio indirizzo PEC, ed eventualmente all'ulteriore indirizzo e-mail indicato nel modulo di adesione, il file in formato pdf dalle caratteristiche standard del Certificato di Origine e gli eventuali altri files pdf per i visti che riporteranno la data di emissione, il timbro camerale e la firma autografa del funzionario camerale. 

La stampa deve rispettare le seguenti caratteristiche:

  • formato A4 (210 - 297 mm);
  • utilizzo carta collata bianca per scritture con peso minimo di 64 g/m2 (non carta riciclata);
  • esecuzione della stampa a colori.

La modalità di rilascio su foglio bianco prevede che venga emessa in automatico anche una copia con il relativo diritto di segreteria a carico dell'utente, quindi il costo sarà di 10,00 euro.

Stampa in azienda del certificato di origine su formularioPer stampare in azienda i certificati sui formulari tradizionali occorre preventivamente richiederli e ritirarli presso gli uffici camerali.

Dopo la conferma dell'abilitazione al servizio da parte della Camera di Commercio, inviare all'indirizzo mail della sede camerale di riferimento il modulo per la richiesta dei formulari in bianco, compilato e sottoscritto digitalmente dal legale rappresentante.

L'ufficio camerale di riferimento concorderà con l'impresa la modalità del ritiro dei formulari da utilizzare.

Come predisporre la richiesta e stampare il certificato su formularioCreare la richiesta telematica del Certificato di Origine tramite la piattaforma Cert'O.

Indicare nel riquadro ANNOTAZIONI il numero del formulario che si intende utilizzare per la successiva stampa. Si tratta del codice in alto a destra del modulo composto da una lettera e una serie di numeri (esempio A0123456). 

Al momento dell'invio della pratica scegliere il supporto di stampa (alla voce "Scelta Supporto Certificato") selezionando "formulario". 

Al termine dell'istruttoria camerale chiusa con esito positivo l’impresa riceve al proprio indirizzo PEC, ed eventualmente all'ulteriore indirizzo e-mail indicato nel modulo di adesione, il file PDF del certificato da stampare e gli eventuali altri files pdf per i visti che riporteranno la data di emissione, il timbro camerale e la firma autografa del funzionario camerale.

Il file ricevuto via PEC è stampato sul primo foglio del formulario (ORIGINALE) indicato nella richiesta telematica.

Nel caso siano state richieste delle copie aggiuntive il file pdf è stampato sui fogli gialli successivi che compongono il formulario (COPIA)

ATTENZIONE 
✔ è opportuno non stampare il file direttamente dal browser, ma scaricarlo su PC e aprirlo con Acrobat 
✔ prima di effettuare la stampa su formulario assicurarsi di aver correttamente configurato la stampante in modo che il testo rientri nei campi predefiniti 
✔ in caso di errore di stampa o stampa deteriorata del formulario avvisare immediatamente l'ufficio camerale di riferimento 
✔ è preferibile utilizzare una stampante a colori per avere la stampa della firma del funzionario camerale con inchiostro blu.

IMPORTANTE 
➔ L'impresa è tenuta a conservare le copie non utilizzate del formulario per 2 anni dalla data di emissione del certificato di origine.
➔ È responsabilità dell’impresa stampare i files dei certificati di origine ricevuti via pec sul formulario indicato nella pratica telematica e nel numero di copie richieste.

La scelta del supporto su cui stampare il certificato - su “foglio bianco” o su "formulario" tradizionale - deve essere effettuata sulla base degli accordi preventivi con il cliente e/o delle prescrizioni delle autorità doganali del Paese estero di destinazione.

Come predisporre la richiesta e stampare il vistoCreare la richiesta telematica del Visto tramite la piattaforma Cert'O, scegliendo nell'apposito menu a discesa "Richiesta visti-autorizzazioni-copie di certificato".

Al momento dell'invio della pratica selezionare l'opzione "stampa in azienda". 

Al termine dell'istruttoria camerale chiusa con esito positivo l’impresa riceverà al proprio indirizzo PEC, ed eventualmente all'ulteriore indirizzo e-mail indicato nel modulo di adesione, il file PDF contenente il visto che riporterà la data di emissione, il timbro camerale e la firma autografa del funzionario camerale.

Stampare il file PDF sul retro della fattura (o altro documento), se la facciata è libera, oppure su foglio bianco, da pinzare alla fattura come ultima pagina.

E' responsabilità dell'impresa stampare i files di visti su fatture nel numero di copie indicato al momento della presentazione della pratica telematica.

I certificati e documenti elettronici formati su più pagine e stampati nelle sedi aziendali non possono far ricorso a timbri di congiunzione.

Modulistica

A chi rivolgersi

Servizio Polifunzionale di Lecco

Telefono: 0341 292.111
Orari di apertura: Accesso agli sportelli esclusivamente previo appuntamento dalle 9 alle 12.I telefoni sono attivi dal lunedì a venerdì dalle ore 11 alle ore 12 e da lunedì a giovedì dalle ore 14.30 alle ore 15.45

Servizio Polifunzionale di Como

Telefono: 031 256.111
Orari di apertura: Accesso agli sportelli esclusivamente previo appuntamento dalle 9 alle 12. I telefoni sono attivi dal lunedì a venerdì dalle 9 alle 10.

Servizio Polifunzionale di Cantù

Telefono: 031.256.300
Orari di apertura: Accesso agli sportelli esclusivamente previo appuntamento dalle 9 alle 12. I telefoni sono attivi dal lunedì a giovedì dalle 14.30 alle 15.45.