Certificato di origine

Il certificato di origine è il documento che attesta l'origine non preferenziale delle merci destinate all'esportazione verso i Paesi extra comunitari e comunitari se richiesti. E' esclusivamente destinato a provare l’origine delle merci e non attesta esso stesso la loro esportazione.

Il certificato di origine viene rilasciato su modello comunitario e può essere richiesto alla Camera di Commercio in cui l’impresa ha iscritto la propria sede legale, sede operativa o un'unità locale.

Come richiederlo

E' obbligatorio inviare e pagare online le richieste di certificati di origine tramite il servizio telematico Cert’O.

Il rilascio del certificato da parte degli uffici avverrà entro 48 ore dall'arrivo della richiesta, secondo le seguenti modalità alternative: 

  1. Stampa in azienda con dichiarazione preliminare di impegno dell’impresa al rispetto delle condizioni specifiche di servizio e del costo stabilito
    1. su carta bianca con stampa a colori
    2. su formulari ufficiali prestampati forniti dalla Camera di commercio
  2. Stampa da parte della Camera e ritiro da parte dell'impresa negli orari di apertura al pubblico dell'ufficio camerale prescelto in fase di spedizione della richiesta.

L’impresa riceverà in tempo reale l’assegnazione di un protocollo da parte della Camera di Commercio.La domanda in forma cartacea con presentazione allo sportello è ammesso solo nei seguenti casi: 
- per persone fisiche e soggetti non iscritti al Registro Imprese;
-  merce deteriorabile in spedizione, spedizione di animali vivi e spedizione di medicinali, su preventiva autorizzazione della Camera di Commercio.
Per richiederli occorre:
1. richiedere i formulari in bianco ed eventuali fogli aggiuntivi, che vengono rilasciati gratuitamente dalla Camera di Commercio competente territorialmente;
2. compilare il certificato in lingua italiana, riportando il timbro e la firma autografa sul fronte e sul retro del legale rappresentante/amministratore delegato/titolare.
Il documento non può essere rilasciato quando siano presenti abrasioni o soprascritte, le eventuali correzioni debbono essere comprensibili, siglate per approvazione dal richiedente ed in ogni caso sono soggette al visto della Camera di Commercio.

La richiesta di certificato di origine deve essere accompagnata dalla fattura di vendita all'estero o fattura di esportazione, nonché dalla eventuale documentazione originale comprovante l’origine estera (nel caso di richiesta cartacea è da esibire in originale e la Camera di Commercio ne tratterrà copia).

Allegati al modello devono quindi essere presentati:

  • per merce di origine comunitaria: fattura di acquisto;
  • per merce di origine estera: fattura acquisto, certificato d'origine estero, bolla doganale (fotocopia) o altra documentazione atta a dimostrarne l'origine.

Si può richiedere un unico certificato d'origine per più fatture quando il cliente è unico e la spedizione è unica, in caso contrario, sarà necessario richiedere un certificato d'origine per ogni fattura.

Su richiesta, può essere apposto sul certificato anche il visto di legalizzazione della firma del funzionario camerale che lo ha convalidato.

Il richiedente è tenuto a fornire, su richiesta della Camera di Commercio, ogni notizia utile e a far conoscere i processi di fabbricazione delle merci designate nel certificato.

Se le giustificazioni richieste non sono prodotte o qualora non siano soddisfacenti per la Camera di Commercio emittente, questa rifiuterà il rilascio del certificato. 

Presentazione telematica tramite intermediari
È possibile far inviare le richieste online da una società/agenzia delegata/professionista incaricato, previo deposito di una pratica di conferimento delega attraverso la piattaforma Cert’O, allegando alla richiesta il Modulo di delega debitamente compilato e sottoscritto digitalmente dal delegante.
Sostituzione del CertificatoIn caso di smarrimento, è possibile richiedere un duplicato del certificato, purché il richiedente fornisca copia della denuncia di smarrimento presentata alle Autorità competenti (Questura/Carabinieri). In questo caso, il nuovo formulario avrà la dicitura "Duplicato" e riporterà il numero del certificato precedente.

La richiesta non può essere effettuata trascorsi sei mesi dal rilascio del certificato smarrito.

Come registrarsi al servizio

Per utilizzare il servizio telematico occorre che il legale rappresentate sottoscriva il contratto Telemaco e sia fornito del dispositivo di firma digitale. Gli utenti registrati avranno a disposizione un corso ed il manuale utente. Per registrarti al servizio clicca qui

Banca dati nazionale dei certificati di origine e piattaforma per la verifica dei documenti emessiE’ stata costituita la Banca Dati Nazionale dei certificati di origine (BDN) tramite la quale è possibile verificare la corrispondenza delle informazioni sul certificato con quelle presenti in BDN, accedendo tramite il numero e il codice di sicurezza e/o il QR code presenti su ogni singolo certificato.

Costi e modalità di pagamento

Per le richieste presentate direttamente allo sportello è possibile il pagamento con:

  • carta di credito o bancomat;
  • pagoPA, con avviso di pagamento consegnato allo sportello in fase di presentazione della richiesta o tramite il portale SIPA selezionando il Servizio "Certificati d'origine" e inserendo nel campo Causale la denominazione e codice fiscale dell'impresa e nel campo Importo il diritto dovuto come sotto indicato. 

Gli importi dovuti per il rilascio sono:

  • Euro 5,00 a foglio
    Il certificato con stampa in azienda su carta standard è provvisto in automatico dell'originale e di una copia e pertanto il relativo diritto di segreteria è pari a 10 euro.

Normativa essenziale

Modulistica e manuali

Ulteriori informazioni

Il sistema camerale lombardo mette a disposizione delle proprie imprese la piattaforma on line di LombardiaPoint attraverso la quale è possibile porre quesiti on-line sulla propria attività di import/export e e  sull'individuazione dell'origine non preferenziale della merce, ricevendo in breve una risposta qualificata da esperti specializzati. 

A chi rivolgersi

Servizio Polifunzionale di Cantù

Telefono: 031.256.300
Orari di apertura: Accesso agli sportelli esclusivamente previo appuntamento dalle 9 alle 12. I telefoni sono attivi dal lunedì a giovedì dalle 14.30 alle 15.45.

Documenti per l'estero - Lecco

Telefono: 0341 292.236 - 250
Orari di apertura: Accesso agli sportelli esclusivamente previo appuntamento dalle 9 alle 12. I telefoni sono attivi dal lunedì a giovedì dalle 14.30 alle 15.45.