Home » Regolazione del mercato » Tutela della proprietà industriale » Trascrizioni, annotazioni e riserve

Trascrizioni, annotazioni e riserve

ACCESSO AGLI SPORTELLI
Il deposito di brevetti e marchi Ŕ effettuato esclusivamente su appuntamento nei giorni di martedý e giovedi: per richiedere informazioni e/o un appuntamento compila il modulo di contatto.

TrascrizioniLe istanze di trascrizione rendono pubblici e quindi opponibili a terzi, atti, verbali, e sentenze riguardanti fatti modificativi, intervenuti dopo il deposito originario, dei diritti di proprietÓ industriale.

Ai sensi dell'art. 138 d.lgs 10 febbraio 2005 n. 30, Codice della ProprietÓ Industriale, sono oggetto di trascrizione gli atti tra vivi, a titolo oneroso o gratuito, che costituiscono, modificano o trasferiscono diritti sui titoli di proprietÓ industriale.

L'istanza deve contenere l'elenco dei titoli che sono oggetto di trascrizione, specificandone la natura, la data, il numero o di concessione.

In particolare la trascrizione Ŕ ammessa nei seguenti casi:

  • cessione totale o parziale
  • cessione d'azienda
  • cessione di un ramo d'azienda
  • conferimento di un'azienda o di un suo ramo
  • fusione
  • scissione
  • donazione
  • concessione del diritto d'uso
  • costituzione d'usufrutto
  • costituzione di un diritto di garanzia
  • licenza esclusiva e non esclusiva
  • sequestro o pignoramento
  • aggiudicazione giudiziale
  • sospensione della vendita dei diritti pignorati
  • espropriazione
  • domanda giudiziale di accertamento della titolaritÓ
  • sentenza di accertamento/trasferimento della titolaritÓ
  • successione legittima o testamentaria
  • atti di modifica dei diritti costituiti.

AnnotazioniLe istanze di annotazione riguardano tutte le variazione che non modificano i diritti relativi al marchio o al brevetto, ai sensi dell'art. 197 D.lgs 10 febbraio 2005 n. 30, Codice della ProprietÓ Industriale.

E' opportuno distinguere il caso in cui la comunicazione della modifica riguarda i titolari di brevetti o marchi giÓ concessi, dal caso in cui la modifica riguarda i titolari di brevetti o marchi allo stato della domanda. Nel primo caso la comunicazione darÓ luogo ad annotazione sul rispettivo registro nazionale, mentre nel secondo caso modificherÓ l'originaria domanda di concessione, la quale verificata dall'UIBM (Ufficio Italiano Brevetti e Marchi) al momento dell'esame della domanda.

In particolare l'annotazione Ŕ ammessa nei seguenti casi:

  • cambio d'indirizzo
  • mutamento o rettifica di denominazione
  • variazione della forma giuridica
  • trasferimento o rettifica della sede legale
  • assunzione, revoca o rinuncia di mandato
  • rinuncia totale o parziale al diritto di proprietÓ industriale
  • limitazione dei prodotti per i marchi
  • limitazione delle rivendicazioni sui brevetti
  • sentenza di nullitÓ totale o parziale
  • sentenza di decadenza totale o parziale
  • offerta al pubblico

RiserveI documenti per i quali Ŕ consentita la presentazione degli stessi con riserva sono:

  • regolamento di marchi collettivi qualora subentrino modifiche dello stesso
  • lettera d'incarico
  • rivendicazioni per il modello di utilitÓ e per il brevetto per invenzione
  • attestazione di versamento di integrazione della tassa relativa alla traduzione delle rivendicazioni di Euro 200,00.

Allo scopo di regolarizzare la domanda di brevetto o di marchio, l'interessato deve depositare presso la Camera di Commercio una comunicazione di scioglimento della riserva allegando la documentazione necessaria.

Costi e modalitÓ di pagamento

  • Deposito di trascrizione:
    • tassa di concessione governativa: Euro 81,00
    • d​​​iritti di segreteria: Euro 10,00
    • marca da bollo da Euro 16,00
  • Deposito di Annotazione:
    • d​​​iritti di segreteria: Euro 10,00
    • marca da bollo da Euro 16,00
  • Deposito di Riserve:
    • d​​​iritti di segreteria: Euro 10,00
    • marca da bollo da Euro 16,00​​​​​​

Per le richieste presentate direttamente allo sportello Ŕ possibile il pagamento con:

  • carta di credito o bancomat;
  • pagoPA, il sistema unico nazionale dei pagamenti verso la Pubblica Amministrazione. 

Moduli e manualiConsultare la pagina Modulistica dell'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi per scaricare la modulistica aggiornata e per visionare le nuove disposizioni.

In questa sezione

A chi rivolgersi

Marchi e brevetti - Como

Telefono: 031 256.111-351
Orari di apertura: I contatti con l'ufficio sono assicurati tramite e-mail o telefonicamente negli orari di apertura dell'Ente. Accesso agli sportelli esclusivamente previo appuntamento.

Marchi e brevetti - Lecco

Telefono: 0341 292.280-212
Orari di apertura: I contatti con l'ufficio sono assicurati tramite e-mail o telefonicamente negli orari di apertura dell'Ente. Accesso agli sportelli esclusivamente previo appuntamento
Logo